Al via i festeggiamenti per i 40 anni dell’Archeoclub Lubrense

archeofest

L’Archeoclub di Massa Lubrense parte in anticipo rispetto al calendario che la vuole protagonista del mese di agosto, vista la ricorrenza del quarantennale dalla sua fondazione, proponendo per il mese 9 e 10 luglio un viaggio storico-gastronomico. Spunto per l’iniziativa la raccolta fondi per il restauro dell’antico affresco di Santa Maria di Mitigliano, che da anni versa in condizioni disastrose e rischia di scomparire.

Tante le attività in programma per questa due giorni: in primis l’attivazione della biblioteca digitale di storia patria intitolata a “F. Saverio Mollo”, tre mostre permanenti allestite nell’area (oratorio S. Antonio, Chiesa S. M. della Lobra e adiacente Chiostro francescano), quattro conferenze su temi legati alla storia patria.

I ragazzi di Archeo Junior faranno da guida ai visitatori nella Chiesa di Marina Lobra, dove i più piccoli si cimenteranno in giochi e attività di scavo e ricomposizione di manufatti guidati da Federica e Lorenza Guida, mentre gli alunni della scuola media verranno premiati per il concorso “Conosci il tuo paese”, realizzato durante gli ultimi mesi di scuola presso gli istituti comprensivi “Pulcarelli” e “Bozzaotra”.

“I ragazzi non sono solo il nostro futuro: sono soprattutto pungoli per quelli della generazione precedente (me in primis) affinchè si interessino del presente, innanzitutto smettendola di parlare di ‘patrimonio culturale’ per iniziare a parlare di ‘eredità culturale’: solo così possiamo evitare di andare a ramengo e interrogarci invece su cosa salvare e come farlo, per lasciarlo degnamente ai nostri figli: cui dobbiamo insegnare innanzitutto la curiosità. E questa cosa non si spiega, si dimostra”.

Così il vicepresidente, Domenico Palumbo che aggiunge: “10 euro di contributo, col quale si possono assaggiare 3 portate semplici tratte dalla cucina antica, quella greca, romana e medievale: il cibo è soprattutto un fatto culturale e queste portate sono semplicemente un’occasione per parlare di altro. La raccolta fondi sarà interamente trasparente, alla fine comunicheremo su internet quanto raccolto e quanto speso; la cifra sarà consegnata poi a Don Marco Scolari, neo parroco di Termini”.

“Non mancheranno anche piatti più tradizionali – continua il presidente, Stefano Ruocco -. Solo grazie all’ospitalità della San Francesco Relais, all’aiuto degli amici della Coldiretti, della Sima, dell’Area Marina protetta di Punta Campanella, alla disponibilità della Confraternita di S. Antonio, di padre Antonio dell’Ordine dei Minori, dei volontari del Servizio Civile Nazionale e dell’amministrazione comunale è stato possibile lanciarsi in questa impegnativa e articolata iniziativa. Grazie anche a quanti offriranno dolci e leccornie varie, all’Associazione Bh Bike e alla Pro Loco Due Golfi per l’organizzazione di due escursioni una su due ruote (sabato 9) e l’altra a piedi (domenica 10) con partenza da Sant’Agata e tappa finale la Lobra. Ringraziamo per l’adesione, l’Unitre e la Pro Loco Massa Lubrense, i ragazzi del Forum e dell’A.G. 361°, l’Asp Massa Lubrense, l’Ass. la Fenice e quanti ci sosterranno con la loro partecipazione”.

Particolarmente significativi i contributi culturali offerti dai relatori Carlo Franco (Massa Lubrense è donna), Nino Cuomo (La mitica Sorrento-S. Agata), da Gennaro Galano (I Filangieri nei documenti dell’Asc) e infine da Domenico Palumbo che ci intratterrà sui “naufragi” lungo la costa delle Sirene.

Non mancherà l’arte moderna grazie ad un vecchio amico dell’Acheoclub Vittorio Riverso con le sue incredibili teiere in maiolica e di Pina Cuccurullo che, invece, del riciclo dei frammenti di maiolica ha fatto una vera e propria arte.
Concluderà la due giorni un momento di preghiera nella chiesa della Lobra: nel corso della Santa Messa di domenica 10 (ore 19). In tale occasione saranno ricordati gli oltre 50 soci scomparsi in questi 40 anni di vita dell’Archeoclub, fondata il 28 agosto 1976.

Un’iniziativa nuova che merita senza dubbio l’augurio di un’ottima riuscita e che si presta a diventare un appuntamento annuale nel panorama culturale della penisola sorrentina.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina Facebook ‘Archeoclub lubrense’.