Capri Watch, fashion accessories

Al via alla Mostra d’Oltremare la Borsa Mediterranea del Turismo

borsa-mediterranea-del-turismo

Oltre 500 aziende e 400 buyer del comparto turistico sono al lavoro da ieri alla Borsa Mediterranea del Turismo, in programma fino a domani alla Mostra d’Oltremare di Napoli. L’evento, organizzato da Progecta, mette insieme tutte le anime del settore dei viaggi: un’edizione la 22esima dal respiro sempre più internazionale grazie alla presenza di numerose delegazioni straniere, a partire da quella dell’Argentina che è lo Special Guest 2018.

Taglio del nastro ieri alla presenza del ministro argentino del Turismo, Gustavo Santos, del sottosegretario al Turismo, Dorina Bianchi, dell’assessore regionale al Turismo della Campania, Corrado Matera, e del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Tra i padiglioni spicca l’area riservata al Paese ospite, 100 metri quadrati progettati secondo linee guida ecosostenibili tra sessioni di tango, musica dal vivo, prelibatezze della cucina ed eccellenze vinicole. E un nuovo hashtag: #cuginoargentino, un’iniziativa rivolta alla comunità italiana in Argentina accompagnata da un video promozionale.

Secondi per ampiezza gli stand della Calabria, con cui la Campania intrattiene fitti rapporti: nel triennio 2014-2016 si è infatti registrato un incremento di circa il 10% di flussi dalla Campania verso la Calabria e quest’ultima, nel 2016, ha collezionato 288.780 arrivi campani. L’obiettivo, per tutti, è destagionalizzare e per farlo è necessaria una sempre maggiore diversificazione dell’offerta turistica. La Calabria da questo punto di vista sta puntando molto su turismo sportivo e culturale.

«La Campania è tornata a essere una meta turistica di richiamo nazionale ed internazionale – ha commentato l’assessore Matera -. Abbiamo chiuso il 2017 con la seconda posizione per numero di visitatori culturali ed è stato registrato il +12% di turisti”. Tra gli espositori, il gruppo Msc, che ha svelato nuove destinazioni come la Groenlandia e il secondo giro del mondo oltre che l’Ocean Cay Msc Marine Reserve. Presente in rassegna anche il mercato delle seconde case con la piattaforma HomeAway.

“Napoli e la Campania stanno vivendo una crescita importante – ha detto il sottosegretario Bianchi – sia nel turismo culturale sia in quello legato alle tipicità del territorio come cibo e mare. Il dato interessante è che per la prima volta il Sud con un numero di aziende che copre il 20-25% a livello nazionale, circa 70mila persone impiegate e 2,5 miliardi di valore aggiunto è cresciuto più che al Nord: se consideriamo che l’80% dei turisti si dirige verso le regioni settentrionali, è evidente che ci sono ampi margini di miglioramento, in parte già in atto. La Bmt può essere un buon collettore: quest’anno, peraltro, l’ho trovata estremamente migliorata”. Del resto, come ha ricordato il presidente Angioletto de Negri, la Borsa Mediterranea del Turismo è la prima fiera italiana per incoming.