Al Teatro delle Rose l’esibizione di giovani rocker della costiera

locandina-scuola-rock

PIANO DI SORRENTO. Due giorni di musica pop-rock nazionale e internazionale: questa la proposta dello “Young People’s Concert” della School of Rock di Piano di Sorrento, realtà ormai consolidata nella formazione artistica delle nuove generazioni. Lunedì 23 e martedì 24 maggio sono le date scelte per i concerti che vedranno protagonisti giovani artisti alle prese con i grandi successi di tutti i tempi.

A guidare le performance dei ragazzi, il grande team della School of Rock formato da professionisti del settore con un’intensa attività concertistica all’attivo, sotto la direzione artistica di Antonio Mirone e la direzione organizzativa di Carmen Mascolo del Teatro delle Rose.

L’evento, presentato dall’attore, musical performer e autore di testi teatrali, Simone Sibillano, sarà l’occasione per presentare, su uno dei più grandi palcoscenici della Campania, i risultati raggiunti dagli allievi della scuola durante l’anno accademico 2015-2016 e il percorso di evoluzione intrapreso dalla scuola stessa. Non un semplice spettacolo, ma piuttosto l’opportunità di valorizzare le potenzialità dei talenti provenienti da tutta la penisola sorrentina in un contesto in cui la musica è vissuta come strumento di crescita, artistica e personale.

Durante le due serate, che inizieranno entrambe alle 20:30, si esibiranno tutte le fasce d’età coinvolte dai corsi della School of Rock: dai bambini da 3 a 6 anni del corso di avviamento alla musica ai cantanti, chitarristi, bassisti, batteristi e tastieristi della scuola, fino ad arrivare a coloro che partecipano ai corsi avanzati di canto corale, armonia e musica d’insieme, tra cui le “All Star”, la band che raccoglie gli allievi più talentuosi, appena qualche settimana fa in concerto a piazza Lauro, nel cuore della movida sorrentina del sabato sera, in occasione del raduno delle Harley-Davidson.

Inoltre verranno assegnati i riconoscimenti speciali e le borse di studio ai più meritevoli dell’anno, oltre a presentare ufficialmente la partnership della School of Rock con il Tour Music Fest, il Festival internazionale della musica emergente.

“La passione per la musica – afferma il direttore artistico Antonio Mirone – è il motore principale che guida ogni nostro progetto. Ma da sola non basta. È necessario creare per i nostri ragazzi occasioni di confronto e di partecipazione, luoghi e tempi in cui fare esperienze sul campo, uscendo dai confini tradizionali, geografici e mentali. La School of Rock cresce insieme a chi vuole crescere e migliorarsi”.