Al Museo Correale la mostra su Salvator Rosa

locandina-mostra-salvator-rosa

SORRENTO. Sarà inaugurata sabato 7 novembre, alle ore 18, al Museo Correale di Terranova, la mostra “Il Giovane Salvator Rosa. Gli inizi di un grande Maestro del ‘600 europeo”, che resterà aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2016. L’evento, promosso dal Museo Correale e da con-fine arte e cultura, con il patrocinio del Comune di Sorrento, celebra Salvator Rosa a quattrocento anni dalla nascita.

Lo spazio museale si pone quale ideale cornice di una preziosa selezione di circa venti dipinti ad olio su tela, provenienti da collezioni private e da cinque collezioni appartenenti a musei italiani: Museo di Capodimonte, Museo di San Martino, Museo Correale, Museo Filangieri e Galleria Corsini, alcuni mai esposti al pubblico.

Una innovativa sezione di disegni documenterà, parallelamente, lo stile grafico di Rosa, uno dei grandi disegnatori del Barocco italiano, illustrandone l’eredità e lo scambio dialettico con quei maestri coevi fondamentali per comprenderne il linguaggio: Ribera, Falcone, i due fratelli Fracanzano, Domenico Gargiulo detto Micco Spadaro.

Pittore e poeta celeberrimo, l’esposizione si propone al grande pubblico, per ricordarne in particolar modo gli inizi, svoltisi negli anni Trenta del Seicento tra l’originaria Napoli e Roma. La specializzazione in quadri di paesaggio e marine ben si accorda con il festeggiamento del giovane Salvator Rosa che, grazie a questo genere artistico, affermò il suo nome anche a Sorrento, città ospite della mostra.

L’evento, curato da Viviana Farina, esperta di pittura e disegno napoletano, si avvale della consulenza scientifica di Stefan Albl, della Biblioteca Hertziana di Roma, Catherine Loisel, del Musée du Louvre di Parigi, Nicholas Turner, del British Museum di Londra e del Getty Museum di Los Angeles e di Filippo Merola, direttore del Museo Correale.

La mostra è finanziata attraverso una campagna di crowdfunding, coinvolgendo tutti gli appassionati d’arte che con le loro donazioni online e con la loro partecipazione renderanno possibile questo evento.

Grande attenzione viene dedicata ai social media, con l’hashtag #iostoconRosa, in modo da creare uno streaming dei post e dei vari scatti dei visitatori attraverso la pagina Facebook – www.facebook.com/mostrediarteasorrento – le bacheche di Pinterest, il profilo Twitter e il sito dell’evento – www.con-fine.com/salvatorrosa – che fungerà da centro nevralgico di tutta la comunicazione. Una vera e propria narrazione crossmediale che racconterà l’iniziativa giorno per giorno attraverso immagini, video e contributi.