Capri Watch, fashion accessories

Accorpati i reparti di Ortopedia degli ospedali di Sorrento e Castellammare

chirurgia-rigenerativa-sorrento

SORRENTO. Almeno fino al prossimo 30 giugno i reparti di Ortopedia e Traumatologia degli ospedali di Sorrento e Castellammare di Stabia saranno accorpati. È quanto ha deciso la direzione dell’Asl Napoli 3-Sud sulla base di una relazione del direttore sanitario aziendale Luigi Caterino. Attenzione puntata soprattutto sulla carenza di personale del “San Leonardo” che comporta ritardi negli interventi chirurgici in caso di frattura del femore, operazioni che andrebbero effettuate entro le 48 ore.

In base alla delibera firmata dal direttore generale Antonietta Costantini, quindi, toccherà al primario dell’unità operativa complessa di Ortopedia e Traumatologia degli ospedali riuniti della penisola sorrentina, Raffaele D’Ambra, gestire questa fase.

Il provvedimento dei vertici dell’Asl Napoli 3-Sud, dunque, conferisce a D’Ambra “l’incarico di definire, sulla base del personale assegnato, gli indicatori di attività e di utilizzo ed il numero complessivo di posti letto da allocare nei due suddetti presidi aziendali (il “Santa Maria della Misericordia” di Sorrento ed il “San Leonardo” di Castellammare di Stabia, ndr), in funzione delle esigenze assistenziali, della disponibilità di sedute operatorie settimanali, della partecipazione da parte dei dirigenti medici delle due unità operative complesse. ai turni di reperibilità da coprire nel sistema aziendale, e con la garanzia, comunque, di un efficace ed adeguato supporto all’attività di emergenza”.