Accattonaggio, arriva la precisazione del sindaco Cuomo: “Non ho dichiarato guerra ai poveri”

accattonaggio

SORRENTO. Dopo le polemiche scaturite dall’ordinanza “anti-accattonaggio”, arriva la precisazione del primo cittadino di Sorrento, Giuseppe Cuomo, che ci tiene a precisare come il provvedimento sia stato mal interpretato: “Non ho dichiarato guerra ai poveri, è una crociata contro l’illegalità – ha dichiarato il sindaco – . Sorrento deve fare i conti con delle persone senza scrupoli che sfruttano animali, disabili e anche bambini per indurre pietà dai passanti e farsi dare soldi. Vogliamo allontanare da Sorrento, che è una città che vive di turismo, malviventi e furbi – precisa  –. Nessuno si è mai sognato di dire che si farà la guerra ai poveri. Siamo in prima linea contro l’accattonaggio molesto messo in atto da persone che magari stazionano sul marciapiede in condizioni igienico sanitarie inaccettabili sfruttando anche i bambini”.

fico-cuomo

La showgirl ha pubblicato una foto in cui, assieme al leader dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e al conduttore della Radiazza Gianni Simioli, rilancia il suo invito al sindaco di Sorrento con un cartello eloquente: “Sindaco ripensaci”.

Intanto però contro l’ordinanza anti-accattonaggio si scaglia la showgirl Raffaella Fico. L’ex compagna del bomber della Nazionale, Mario Balotelli, durante la diretta radiofonica di Radiazza – ha telefonato al comando dei vigili urbani di Sorrento dopo la multa comminata a un mendicante romeno a cui sono stati sequestrati 90 centesimi. “Ritiri l’ordinanza” ha detto la Fico che ha poi lanciato l’hastag ‪#‎tolleranzaperipoveri.