Abusi edilizi tra Piano e Meta: 18 persone denunciate e 6 cantieri sotto sequestro

abusivismo

PIANO DI SORRENTO/META. Maxi operazione dei carabinieri di Piano di Sorrento contro gli abusi edilizi in penisola sorrentina. Nei giorni scorsi, gli uomini del maresciallo Daniele De Marini hanno denunciato 18 persone, sequestrato 840 metri quadri di costruzioni fuorilegge e bloccato sei cantieri.

Alberi, Trinità e Colli di San Pietro le zone dove sono stati eseguiti gli interventi contro “mattone selvaggio”. Nella parte alta di Meta, ad Alberi, quattro persone sono state denunciate per la costruzione di un manufatto abusivo di circa 50 metri quadri e una struttura in legno e lamiere di circa 150 metri quadri. Nelle vicinanze è stata scoperta una superficie di circa 200 metri quadrati dove era posizionato materiale di risulta di lavori edili. In questo caso sono state due le persone denunciate.

I militari hanno scoperto anche un’abitazione di 240 metri quadri, costruita nella roccia, che ha portato alla denuncia di due persone. Sempre nella zona di Alberi sono stati scoperti una serie di manufatti in legno e lamiere, pronti a diventare della piccole ville. In questo caso i denunciati sono stati ben sei.

A Piano di Sorrento la situazione non è migliore: infatti tra la Trinità e i Colli di San Pietro sono stati circa 200 i metri quadri abusivi sequestrati. Si tratta di ampliamenti di abitazioni già esistenti che hanno portato alla denuncia di quattro persone.