Abusi edilizi a Sorrento, in 9 nei guai

polizia-municipale

SORRENTO. Mattone selvaggio non conosce pause, neanche nel pieno dell’estate. Prosegue, infatti, anche nel mese di luglio l’offensiva della task force contro gli abusi edilizi formata da agenti della polizia municipale di Sorrento e personale dell’ufficio Tecnico comunale. Sono in totale 9 le persone segnalate alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata per violazione della normativa urbanistica.

In un immobile di via San Nicola, nel centro storico di Sorrento, è stato effettuato il cambio di destinazione d’uso di un lastricato solare in terrazzo attraverso opere edili ed impiantistica. In questo caso sono 6 le persone deferite: due usufruttuari, il proprietario e committente, un comproprietario, il direttore dei lavori ed il responsabile della ditta esecutrice degli interventi.

In un’abitazione del corso Italia, invece, è stata rilevata la chiusura di un terrazzo con un infisso in modo da ricavare un volume abusivo (l’infisso è stato poi rimosso). Posizionata anche una tettoia con lamiere coibentate di 16 metri quadrati. Denunciata la proprietaria della casa.

Ancora nel centro storico di Sorrento, in via San Cesareo, su un immobile soggetto a particolari vincoli è stata montata una tenda retrattile di 3 metri per coprire un’area di suolo pubblico soggetta ad occupazione a fini commerciali. Due in questo caso le persone segnalate all’autorità giudiziaria, mentre la tenda è stata sequestrata.