A Villa Fiorentino la mostra dei grandi scultori del ‘900

scultura-villa-fiorentino-1

SORRENTO. Alcune delle opere più significative dell’arte di 35 grandi maestri della scultura italiana del XX secolo racchiuse nelle 10 sale di Villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento. Questa sera si è celebrato l’opening dell’esposizione dal titolo “Visioni trasversali nella scultura italiana del XX secolo” che da domani al prossimo primo novembre potrà essere visitata dai sorrentini e dai turisti.

scultura-villa-fiorentino-2

Anche se, in realtà, da diversi mesi è possibile scoprire in anteprima fra le piazze di Sorrento le opere di grandi dimensioni di alcuni degli artisti presenti in mostra. La ricerca dedicata ai grandi scultori del ‘900 entra quindi nel vivo: i visitatori saranno accompagnati fra le sale di Villa Fiorentino in un percorso che li porterà a scoprire la diversa velocità – in confronto alla pittura – con la quale la scultura ha attraversato il secolo scorso, non senza trovare punti di contatto e stimoli reciproci.

Fra le “impressioni dal passato” e la “nuova figurazione”, dalla “scultura del secondo dopoguerra”, agli esperimenti informali e astratti opere e artisti si incrociano e si confrontano in un dialogo possibile, ricco di stimoli e nuovi spunti di discussione.

scultura-villa-fiorentino-3

Come detto da domani la mostra sarà aperta al pubblico con i seguenti orari: tutti i giorni dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 21, sabato domenica e festivi fino alle 22. Il biglietto d’ingresso costa 5 euro, il ridotto per i gruppi superiori a 20 persone 3 euro, ridotto per studenti 2 euro.

L’evento di questa sera rappresenta anche il commiato del direttore Luigi Gargiulo, che a fine mese lascerà la Fondazione Sorrento. “L’inaugurazione della mostra dedicata ai grandi maestri della scultura italiana del XX secolo rappresenta l’ultimo passo ufficiale della mia esperienza al servizio della Fondazione Sorrento e, nello stesso tempo, la chiusura di un ciclo. Nei circa 6 anni trascorsi, con la fiducia dei prestatori di opere d’arte e dei curatori: amici vecchi e nuovi, ed insieme ai collaboratori abituali ed a quelli occasionali, siamo riusciti a caratterizzare Sorrento quale vetrina dell’arte moderna con circa 360mila visitatori che hanno frequentato le sale di Villa Fiorentino. Ora spetta ad altri la valutazione sul lavoro fatto e la decisione sull’indirizzo artistico e culturale per l’immediato futuro della Fondazione Sorrento”.

mostra-scultura-villa-fiorentino

Chi subentrerà al direttore Gargiulo di certo non troverà una situazione di dissesto dal punto di vista economico. La “Fondazione Sorrento”, nonostante tutto, continua a godere ottima salute; l’attenta gestione del buon padre di famiglia fin qui perseguita ha consentito, infatti, la conservazione di riserve economiche che oscillano costantemente intorno ad € 500.000,00 tra fondi giacenti e contributi da introitare.

In realtà il nome del successore di Luigi Gargiulo è già stato ampiamente anticipato. Toccherà all’avvocato Gaetano Milano prendere in mano le redini della Fondazione Sorrento. E questa sera c’è stato anche un simbolico passaggio di consegne tra i due, non senza un pizzico di emozione. “Tutti noi ringraziamo Luigi per quanto ha fatto in questi anni – ha detto Milano – soprattutto per l’aver trasformato Villa Fiorentino in una struttura museale in grado di accogliere eventi culturali di portata internazionale. Per il futuro puntiamo a che la Fondazione Sorrento divenga sempre più la casa dell’arte della città e non solo”.