Capri Watch fashion & Accessories

A Vico Equense si presenta il libro di Nuzzo sull’Alzheimer

lettere-a-mia-figlia-gullotta-nuzzo

VICO EQUENSE. Sabato prossimo, 31 marzo 2018, ore 19, nell’ambito della manifestazione Spaziar(t)e, organizzata da Vicolab e patrocinata dal Comune di Vico Equense, nello storico palazzo comunale si terrà la presentazione di “Lettere a mia figlia”, libro sull’Alzheimer del regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo con la prefazione di Leo Gullotta. Oltre all’autore, interverranno Andrea Buonocore, sindaco di Vico Equense, Lucia Vanacore, assessore alla Cultura e Francesco Verde presidente di Vicolab. Durante l’evento, ci sarà la proiezione dell’omonimo film breve, e letti alcuni passi del libro dagli attori e gli allievi dell’Università del Cinema di Acerra.

“Raccontare di una malattia così delicata non è facile – ha dichiarato Giuseppe Nuzzo, direttore generale del Social World Film Festival –. Ho ritenuto necessario far trasparire sin dai primi script il rispetto della dignità della persona in quanto tale, cercando collaborazione nella stesura della sceneggiatura da parte di scienziati ed esperti in materia. “Lettere a mia figlia” è stato per me, e lo è ancora, un percorso di vita”.

“La storia che si racconta è quella di un uomo che ha vissuto la sua vita gioiosa in famiglia con la moglie e la bambina che diventerà presto donna – ha raccontato Gullotta, protagonista del corto e autore della prefazione del libro –. In questo percorso lo aggredisce la malattia che porterà lui e la sua famiglia ad attraversare un dolore quasi “cosciente””.

Girato tra Napoli e provincia, “Lettere a mia figlia”, ha ottenuto una menzione speciale ai Nastri d’Argento, miglior corto al Giffoni Film Festival, in selezione ai David di Donatello, 100 proiezioni in tutto il mondo e più di 30 riconoscimenti. Protagonista è Leo Gullotta nei panni di un anziano padre che scrive delle lettere alla figlia nel tentativo di spiegare la sua malattia: “Un corto che serve a far entrare chi guarda in questa piccola storia di una malattia terribile, l’Alzheimer”. L’opera prodotta da Paradise Pictures con Pulcinella Film è stata trasmessa in prima tv da Studio Universal (Mediaset Premium DT).