A Vico Equense al via le celebrazioni in ricordo di Giancarlo Siani

siani-mehari

VICO EQUENSE. Da domani prendono il via le iniziative per ricordare Giancarlo Siani, il cronista del Mattino ucciso nel 1985 dalla camorra. Una tre giorni organizzata dall’amministrazione comunale per commemorare il coraggioso giornalista che aveva un forte legame con Vico Equense, dove amava trascorrere il tempo libero con la fidanza Daniela. Una serie di eventi che culminerà con l’inaugurazione del “piazzale Giancarlo Siani” realizzato nell’area antistante il nuovo Municipio.

Il programma di eventi prende il via proprio il 19 settembre, giorno del compleanno di Giancarlo. Alle ore 9 presso la parrocchia dei Santi Ciro e Giovanni verrà celebrata da don Ciro Esposito e don Ciro Cozzolino, presidente di “Libera”, una messa in memoria di Siani e di tutte le vittime innocenti della criminalità organizzata. Alle ore 10 la Mehari del giornalista farà il giro della città, fino ad arrivare in piazza Mercato, accompagnata dagli alunni delle scuole del territorio e dalla fanfara del decimo reggimento dei carabinieri Campania. Alle ore 19, nel museo Asturi, la presentazione del libro “Un ragazzo normale” di Lorenzo Marone.

Giovedì, alle ore 18:30, presso l’istituto Santissima Trinità, si svolgerà il premio “Giancarlo Siani, uno di noi” curato dall’associazione “Amici di Media Duemila”. Al dibattito prenderanno parte anche Paolo Borrometi, giornalista siciliano minacciato dalla mafia, e Gabriele Sensales, generale dei carabinieri, comandante della compagnia di Torre Annunziata quando Giancarlo era corrispondente del Mattino. Seguirà la proiezione del film “Fortàpasc”.

Venerdì, alle ore 10, l’evento più coinvolgente quando sarà inaugurato il “piazzale Giancarlo Siani” nella zona antistante la casa comunale di Vico Equense compresa tra piazza Mercato e corso Filangieri. Manifestazione alla quale prenderà parte anche il presidente della Camera dei Deputati. Roberto Fico.