A Sorrento sequestri e denunce per abusivismo edilizio

abusivismo-edilizio

SORRENTO. Quattordici soggetti denunciati alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata per abusivismo edilizio. E’ quanto risulta dal bilancio delle operazioni contro mattone selvaggio condotte nel corso del mese di marzo dagli agenti della polizia municipale e dal personale dell’ufficio Tecnico del Comune di Sorrento.

Presso un albergo del centro cittadino è stata riscontrata la sostituzione di una ringhiera metallica con pannelli di vetro traslucidi, il prolungamento di una tenda preesistente con un modulo di 6 metri per 4, varie opere minori e pedane, la realizzazione di una passerella metallica lunga 9 metri e la posa di un’unità esterna per l’aria condizionata. Il tutto è stato posto sotto sequestro, mentre la società titolare della struttura ricettiva ed il direttore dei lavori sono stati denunciati.

In via Sersale rilevata la sistemazione di una veranda su di un balcone esterno. L’opera è sta già rimossa, ma il proprietario è stato comunque deferito. In via San Renato un uomo è stato denunciato per la violazione dei sigilli in quanto ha completato una scala di accesso al primo piano di un immobile, ha realizzato un muro in conci di tufo, ha sistemato un infisso esterno e modificato il prospetto della struttura.

In via San Nicola i vigili ed i tecnici comunali hanno rilevato l’ampliamento di un passaggio che conduce al piano terra di una struttura, la parziale demolizione della scala a chiocciola interna con chiusura dell’asola nel solaio con profilati metallici oltre al cambio di destinazione d’suo da abitazione ad attività commerciale. Deferito il titolare.

In via Capo denunciate 4 persone che hanno effettuato dei lavori di ampliamento in epoche diverse su immobili preesistenti. Presso un locale di via San Cesareo rilevata la sistemazione di un’insegna pubblicitaria. In questo caso la denuncia è scattata per la società titolare dell’esercizio. In via Sant’Angelo riscontrata l’edificazione di una stalla di circa 50 metri quadrati e la posa di una pavimentazione in quadroni di cemento di poco meno di 30 metri quadri. Due le persone denunciate.

A Marina Grande, infine, rilevata la realizzazione di due tettoie in plexiglass e di altre opere minori da parte di due soggetti. Entrambi sono stati denunciati.