Capri Watch fashion & Accessories

A Sorrento concerto di Mastrini, il pianista che suona al contrario

mastrini

Ai nastri di partenza la XIII edizione del “Sorrento Classica” Festival 2020, l’atteso festival internazionale di musica classica che ha luogo di consuetudine ogni estate a Sorrento nel suggestivo Chiostro di San Francesco, ma che quest’anno, a causa del perdurante clima di emergenza Covid-19, si terra eccezionalmente ad ottobre, in versione “Lockdown Light Autumn Edition” ed al chiuso, presso la Sala Consiliare del Municipio di Sorrento.

La città del Tasso si appresta, pertanto, ad aprire nuovamente le porte ai grandi eventi ed alla grande musica, firmati dalla direzione artistica del maestro Paolo Scibilia. Tre solo gli appuntamenti serali previsti, ma con artisti di grande prestigio internazionale: 10 ottobre, ore 19:30, Maurizio Mastrini – pianoforte (l’unico pianista che esegue la musica al contrario e con programma specifico dal titolo “Lockdown”), 17 ottobre, ore 19:30, Bruno Canino – pianoforte (uno dei più grandi e veterani interpreti italiani della tastiera in carriera da 70 anni), 24 ottobre, ore 20:30, il Duo Alessio Bidoli – violino (Sony, Warner, Decca e Amadeus Artist, col suo prestigioso strumento “Dante Regazzoni”) & Giuseppe Gullotta – pianoforte (finalista al Concorso “Busoni” di Bolzano e di recente debutto alla Carnegie Hall di New York).

Sabato 10 ottobre, alle ore 19.30, presso la Sala Consiliare del Municipio di Sorrento, risarà, quindi, il grande evento inaugurale della XIII edizione “Sorrento Classica” Festival, con ospite d’onore Maurizio Mastrini, uno dei maggiori pianisti e compositori anticonformisti del panorama musicale e strumentale internazionale. La sua vita creativa musicale si esprime nel suo eremo in Umbria lontano dal vortice della vita quotidiana ed è ciò che lo rende incontaminato nelle sue creazioni e carico di emozioni che trasmette con le sue composizioni.

È salito alla ribalta mondiale negli ultimi anni grazie alla sperimentazione del suonare al contrario, nata da un sogno in cui questa tecnica gli fu suggerita da Bach. Mastrini da allora in poi iniziò ad eseguire le sue composizioni, che sono un anello di congiunzione tra i canoni classici e contemporanei, partendo dall’ultima nota e risalendo il pentagramma fino alla prima. Il risultato musicale è sconvolgente: gli ascoltatori hanno la possibilità di ascoltare un brano nuovo che contiene esattamente le note dell’originale eseguite al contrario.

Il maestro presenterà, durante il concerto, “Lockdown”, il suo ultimo progetto discografico. Il nuovo lavoro dell’eclettico pianista umbro è stato scritto e realizzato nel periodo di quarantena. In “Lockdown” c’è tanta tristezza, terrore ma anche tanto amore per la vita, per il prossimo e per ciò che siamo, come ci ricordano le composizioni di “Tristesse” e “Love”. Il programma concertistico continuerà con composizioni che riusciranno a commuovere ed impressionare il pubblico già dalle prime note.

Mastrini arriva a Sorrento toccando i 700 concerti in 10 anni di attività di pianista e di compositore, con all’attivo oltre 10 dischi scritti e ispiranti in prevalenza alla natura con il brano “Fuoco” presentato anni fa in diretta su Raiuno dalle bocche in eruzione dell’Etna. Autore di colonne sonore e brani utilizzati per pubblicità e sonorizzazione di documentari Mastrini oggi rappresenta un vero e proprio “fenomeno” musicale osannato dalla critica e ben visto anche dal mondo classico musicale. Inoltre, l’artista da oltre un anno e mezzo collabora con il produttore internazionale Tony Renis, con il quale ha due dischi in uscita “Lockdown” e “Excellence.”

L’evento è realizzato grazie al progetto artistico del direttore artistico Paolo Scibilia, organizzato dalla S.C.S. Società dei Concerti di Sorrento, con il sostegno del Comune di Sorrento (all’alba di inizio mandato del nuovo sindaco di Sorrento, Massimo Coppola), della Regione Campania, istituzioni ed aziende turistiche locali. Le armonie e maestosità architettoniche della bella Sala Consiliare del Municipio e quelle della grande musica si fondono in un tutt’uno, richiamando a Sorrento pubblico e turismo di qualità, perché bellezza e musica aleggiano e convivono, da sempre, nella bellissima penisola sorrentina.

Il concerto sarà a ingresso gratuito, ma si consiglia la prenotazione, perché, come spiega il maestro Mastrini, “la ricchezza della musica, specie in questo periodo di restrizioni e crisi Lockdown, deve essere condivisa con tutti e per tutti e non può essere a vantaggio solo di chi se la può permettere”.

Info: Ingresso gratuito, soggetto a normative anti-covid, fino a esaurimento posti a sedere limitati (90 posti)
Prenotazione (massimo 3 posti) tramite messaggio whatsApp, con risposta di conferma, al nr 3336654526