A Sorrento si celebra la Madonna della Cintura

madre-della-consolazione-2018

SORRENTO. La festa della Madonna della Consolazione (o Madonna della Cintura) è tra le celebrazioni dell’Arciconfraternita di Santa Monica la più importante e significativa. Infatti, come avviene per altri ordini religiosi che esprimono la devozione a Maria sotto qualche titolo particolare, per gli agostiniani la principale devozione alla Madonna si è sviluppata da sempre sotto il titolo di Madre della Consolazione o della Cintura.

Che la devozione alla Cintura sia una prerogativa degli agostiniani e delle confraternite da essi ispirate, sarebbe dovuta ad una tradizione secondo la quale Santa Monica, afflitta dalla morte del marito e ancor di più per i traviamenti del figlio Agostino, si rivolgesse alla Vergine perché potesse consolarla nelle sue angustie e le mostrasse in che modo andasse vestita dopo la morte di San Giuseppe. La Madonna allora le sarebbe apparsa, vestita di nero e con una nera cintura di cuoio stretta ai fianchi, esortandola a vestire ugualmente, assicurandola, nel medesimo tempo, della sua protezione e del suo conforto. Dopo la sua conversione prese la “cintura” anche Sant’Agostino e tutti i monaci che lo seguirono nei diversi secoli. Anche i confratelli di Santa Monica nel loro abito confraternale hanno come segno distintivo la cintura. Tantissimi sorrentini sono devoti alla Vergine della Cintura e numerosi sono i miracoli attribuiti alla sua intercessione, non va dimenticato che alla Madre della Consolazione la città di Sorrento venne consacrata nel 1964.

La festa presso la chiesa della Santissima Annunziata di Sorrento è caratterizzata, di norma, da un solenne triduo al quale negli ultimi anni si è soliti invitare anche altre confraternite. La celebrazione vuole rappresentare un momento di unione tra fedeli: quale momento migliore, dunque, per rinsaldare rapporti d’amicizia e fratellanza con le altre congreghe? Per questo motivo nelle sere precedenti la festa, il governo dell’arciconfraternita ha avuto l’onore ed il piacere di ricevere la visita delle corali della penisola sorrentina il primo giorno con la presenza dell’arcivescovo il secondo giorno riceve le congreghe di Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta e Sorrento, a conclusione della celebrazione eucaristica canto delle litanie lauretane e con la benedizione eucaristica.

Il programma delle celebrazioni prevede per lunedì 27 e martedì 28 agosto alle ore 20 la celebrazione presieduta da padre Vittorino Grossi.

Il 31 agosto la Santa Messa sarà celebrata dall”arcivescovo della diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, Francesco Alfano, con la presenza delle Corali: Laus Deo Meta, Corale Santa Maria del Lauro Meta, Coro parrocchiale di Alberi, Coro parrocchiale Santissima Trinità Piano di Sorrento, Corale San Giuseppe Sant’Agnello, Corale dei Santi Prisco e Agnello Sant’Agnello, Corale Nostra Signora Lourdes Sorrento, Corale San Francesco Sorrento, Corale parrocchiale Massa Lubrense, Corale Sant’Antonino Sorrento, Coro della Cattedrale di Sorrento, Coro Santa Monica Sorrento. La direzione sarà affidata al maestro Roberto Altieri e l’organista sarà il maestro Monica Aversa, con la presenza di altri numerosi musicisti.

Sabato 1 settembre alle ore 20 celebrazione eucaristica e tanto delle litanie con le confraternite della penisola ed i terzi ordini. Domenica 2 settembre celebrazione eucaristica con supplica alla Vergine della Cintura alla presenza dell’arciconfraternita del Santissimo Rosario.