A Sorrento 3 “Sirene” rubano 700 euro ad un anziano

carabinieri

SORRENTO. Sorrisi, carezze e smancerie fino ad arrivare ad esplicite proposte di natura sessuale. Ma era tutto finto. Lo scopo? Derubare un anziano. Ma alla fine i carabinieri arrestano le 3 giovani “ammaliatrici” mentre fuggono dalla penisola sorrentina.

A finire in manette con l’accusa di furto con strappo in concorso sono 3 giovani rumene: Casandra Tudor, di 19 anni, residente a Napoli; Maria Madalina Lingurar, di 21 anni, residente a Capua (CE); Violeta Angel Roxana, di 23 anni, residente a Capua. Tutte, nonostante la giovane età, risultano già note alle forze dell’ordine.

Ricostruiamo l’accaduto. Questa mattina, alle 11:30 circa, le tre sono entrate in un circolo ricreativo di Sorrento e dopo essersi avvicinate al gestore 76enne lo hanno “messo in mezzo” tentando di distralo con smancerie, proposte a sfondo sessuale e carezze.

L’uomo era ovviamente lusingato dalle attenzioni delle 3 ragazze che insieme non raggiungevano la sua età. Però, durante le cosiddette “carezze”, due delle giovani si sono impossessate del portafogli del malcapitato contenente 700 euro “fregandoglielo” dalla tasca dei pantaloni.

Dopo il furto le “Sirene” si sono allontanate ma i carabinieri della locale compagnia le hanno individuate e fermate mentre erano a bordo di un autobus di linea diretto Napoli ancora in transito sul corso Italia.

Portate in caserma, le 3 sono state sottoposte a perquisizione e trovate in possesso della refurtiva, interamente recuperata e restituita alla vittima. Le arrestate, invece, sono ora in attesa di processo con rito direttissimo.