Capri Watch fashion & Accessories

A Piano di Sorrento un nuovo contagio e 5 guariti

tampone-coronavirus

“Stiamo attraversando uno dei momenti più critici di questa seconda ondata pandemica, innanzitutto sul piano sanitario, ma anche su quello sociale”. Lo afferma il primo cittadino di Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino, che aggiunge: “Come sindaco ho il dovere di suonare un ulteriore campanello d’allarme visto l’aumento costante dei contagi e di positività nella popolazione.

A tal proposito è importante che i laboratori privati autorizzati comunichino con sollecitudine gli esiti dei tamponi risultati positivi al Covid-19 direttamente tramite pec al competente dipartimento Asl oltre che il doveroso inserimento sulla piattaforma regionale dedicata. Esorto i cittadini che si rivolgono a tali laboratori autorizzati, a comunicare comunque tempestivamente l’esito dei tamponi ai rispettivi medici curanti che informeranno immediatamente l’UOPC per le doverose verifiche.

Sapete bene che vivo questa emergenza da un doppio osservatorio, come sindaco e come medico, per cui ho un quadro abbastanza chiaro della situazione che stiamo attraversando, che mi vede impegnato, con il personale tutto sanitario e parasanitario dell’ospedale a garantire l’assistenza anche per le altre patologie oltre al Covid. È importante che sappiate tutto questo, perchè gli sforzi che si stanno facendo sono davvero considerevoli ed è fondamentale la collaborazione da parte di tutti, con comportamenti responsabili e nel rispetto delle norme anti Covid.

Proprio in virtù di tutto questo, auspico che ci sia anche maggiore attenzione nella diffusione di notizie senza le necessarie verifiche, perchè quando si parla di salute, tutto diventa molto più serio e, generare confusione o allarmismi, è assolutamente fuori luogo: si acuiscono tensioni e si complica il lavoro di tutti.

Per quanto riguarda la situazione dei contagi nella nostra città vi comunico una positività al covid e 5 guarigioni.

Insieme agli altri sindaci e ai competenti uffici stiamo valutando le misure che le nostre amministrazioni possono adottare per venire incontro alle fasce socio-economiche più deboli e più provate dalle restrizioni, al fine di mettere in campo adeguate iniziative aggiuntive a quelle nazionali e regionali.

Adesso dunque è il momento di fare squadra tutti insieme e di affrontare il virus con le armi che abbiamo a disposizione – conclude Iaccarino – sapendo che ognuno ha un’importante responsabilità di cui farsi carico”.