A Piano di Sorrento fervono i preparativi per il Premio Penisola Sorrentina

mario-esposito-premio-penisola-sorrentina

PIANO DI SORRENTO. Fervono i preparativi per l’edizione 2018 del Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito, evento di rilevanza nazionale e internazionale insignito del riconoscimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, l’Ufficio Unesco-Segretariato generale del Mibact che ha inserito il progetto nell’Agenda italiana dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale.

Quest’anno la proposta artistico-culturale del Premio è stata riconosciuta particolarmente significativa conseguendo il 7° posto nella classifica dei progetti finanziati dalla Regione Campania per la sezione eventi di rilevanza nazionale e internazionale e il Premio diretto da patron Mario Esposito rappresenta uno degli strumenti più significativi per la promozione dell’immagine turistica e culturale della città di Piano di Sorrento essendo proposto nell’ambito delle più prestigiose fiere del turismo cui partecipa la Regione Campania in Italia e all’estero.

La serata conclusiva della manifestazione si svolge il 27 ottobre a Piano di Sorrento nel Teatro “Delle Rose”, sede storica dell’evento che quest’anno coincide anche con un doppio prestigioso riconoscimento conseguito dal Comune: la bandiera blu della Fee e il titolo di “Città che legge” dal Mibact.

“Il Premio costituisce ormai un sicuro e costante volano di marketing territoriale, testimoniato anche dagli articoli e dai servizi di approfondimento dedicati dalle testate cartacee e web di rilevanza nazionale, ma anche extraregionale in Umbria, Toscana, Liguria, Puglia, Basilicata, Lazio – commenta Mario Esposito -. Obiettivo del Premio è quello di diventare una factory che scopra e valorizzi talenti, non punti più, quindi, solo ai grandi nomi, ma a produrre giovani con il supporto delle case discografiche delle produzioni indipendenti. Emblematica sarà in tal senso la “copertina d’autore”, un progetto artistico coordinato da Giuseppe Leone secondo il quale ogni anno un artista giovane della scena internazionale rielaborerà in chiave artistica il logo per celebrare gli elementi identitari della Campania. Quest’anno ci sarà Jorit, il famoso street artist internazionale arrestato a Betlemme. Le altre novità dell’edizione 2018 sono: il Music Award che concluderà la festa di San Michele e il Tribute to Ermanno Acanfora con le scuole della Penisola Sorrentina e la sinergia con il progetto giovani del Rotary Club. A chiudere il progetto poi una manifestazione a Natale in un’ottica di prolungamento dell’offerta culturale destagionalizzata a Piano di Sorrento”.

Il sindaco Vincenzo Iaccarino aggiunge: “Faccio i miei complimenti a Mario Esposito che anche quest’anno insieme al nostro Comune è riuscito a organizzare una proposta artistico-culturale di grande spessore e sempre più coerente con le nuove tendenze del mercato nazionale e internazionale, attento a valorizzare il territorio e a proiettarlo sugli scenari più significativi per la nostra cittadina. Da settembre a dicembre Piano di Sorrento è protagonista di questa straordinaria kermesse che nel resto dell’anno Mario Esposito accompagna in tour nel resto d’Italia con una sapiente e lungimirante opera di marketing turistico-culturale”.

“Anche quest’anno il Premio propone la sezione speciale “Genius Loci”, un riconoscimento che attribuiamo a chi col proprio lavoro ha contribuito e contribuisce a valorizzare e a promuovere l’immagine della cCttà e più in generale della penisola sorrentina – aggiunge Carmela Cilento, assessore all’Identità di Piano di Sorrento -. La Città e il Premio si fondano in una proposta culturale originale che soddisfa il nuovo protagonismo di una realtà che si è trovata proiettata su una nuova dimensione sia turistica sia culturale per gli importanti riconoscimenti che abbiamo ottenuto”.