Capri Watch fashion & Accessories

A Massa Lubrense in spiaggia per fasce orarie e su prenotazione

spiaggia-massa-lubrense

Complessivamente il 60 per cento delle spiagge libere riservate a costo zero esclusivamente ai residenti. A Marina del Cantone e Marina di Puolo in alcune zone lettini e ombrelloni gratis per i residenti e 50% dei posti riservati. Sarà possibile andare al mare nelle spiagge libere in due fasce orarie dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 14 alle 19 con uno spacco di trenta minuti per la sanificazione. Prenotazioni obbligatorie con codice fiscale e per massimo due volte a settimana per dare la possibilità al maggior numero di persone di andare al mare. Spiagge affidate con convenzione per i servizi e la vigilanza ai consorzi, ad associazioni e ad operatori privati.

A prendersi cura della Baia di Ieranto, sarà l’Area marina protetta Punta Campanella. Lo stesso ente si occuperà delle prenotazioni su tutte le spiaggie. Per i primi giorni con un call center telefonico che sarà attivo da venerdì 5 (il cui numero sarà pubblicato sul sito e sulla pagina Facebook del Comune) e poi con una app, in fase di elaborazione, e con prenotazioni telefoniche per le persone che non hanno molta dimestichezza con le nuove tecnologie.

Sono questi i dati salienti del piano elaborato dall’amministrazione comunale di Massa Lubrense per le spiagge libere che apriranno come previsto sabato 6 giugno. Oltre 600 i posti a disposizione sulle spiagge libere per i residenti, che arriveranno a 1200 considerando le due fasce orarie.

Questo il commento del sindaco Lorenzo Balducelli: “Abbiamo fatto un grande sforzo per applicare i protocolli di sicurezza previsti dall’ordinanza della Regione Campania e contemporaneamente assicurare il diritto dei nostri concittadini ad andare al mare. Abbiamo cercato di fare il massimo considerando che le nostre non sono grandi spiagge. Ci rendiamo conto dei forti disagi che il distanziamento porterà, con una riduzione radicale dei posti a disposizione.

Ci affidiamo al grande senso civico dei nostri concittadini. I controlli saranno affidati alle forze dell’ordine ed in particolare abbiamo richiesto un aumento dell’organico della Guardia Costiera dell’Ufficio Locale Marittimo di Massa Lubrense. Ringrazio i consorzi, le associazioni, gli operatori privati e l’Area marina protetta per la collaborazione”.

Alla base del piano comunale c’è stata una ricognizione delle singole aree di spiaggia libera. Di ogni area è stata redatta una planimetria con la superficie. Dalla superficie delle aree è scaturito, applicando l’ordinanza della Regione Campania, il numero massimo dei posti da occupare con i teli o le attrezzature da spiaggia. L’ordinanza Regionale prevede per ogni postazione di due persone uno spazio di 10 metri quadrati.