A Klaus Davi il Premio Penisola Sorrentina

klaus-davi-premio-penisola-sorrentina

PIANO DI SORRENTO. Torna l’appuntamento con il Premio Penisola Sorrentina, il prestigioso riconoscimento che ogni anno viene assegnato a personalità del mondo della cultura, della comunicazione e del giornalismo che si sono particolarmente distinte per l’impegno profuso nel loro lavoro. Per l’edizione 2016 ad essere insignito sarà il giornalista Klaus Davi. La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 29 ottobre a Piano di Sorrento.

Il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito, diretto da Mario Esposito ed organizzato con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Campania. “Sono felicissimo per questo riconoscimento – ha affermato Klaus Davi – perché mi consente di parlare in una sede autorevole di un Sud positivo che si sta ribellando alla prepotenza della criminalità organizzata. Quando ho ricevuto la telefonata di Mario Esposito mi sono particolarmente compiaciuto perché ho capito che certe battaglie possono varcare anche i confini regionali e che quindi vale la pena portarle avanti. Solo un Sud unito può vincere e farsi sentire, e questa mi sembra una straordinaria occasione per dare un segnale in quella direzione”.

Nato nel 1966 a Bienne, in Svizzera, Davi, inizia a collaborare con il Corriere della Sera, nella pagina dedicata alla Cultura. Nel 1994 crea l’agenzia di comunicazione Klaus Davi & Co. Nello stesso anno svolge una ricerca sull’antisemitismo su commissione della comunità ebraica di Casale Monferrato. E’ attivo nella comunicazione politica e, soprattutto, nel mondo dell’impresa. Al giornalista sono legati, infatti, alcuni brand del capitalismo italiano e le attività di comunicazione per Confindustria. Formatore e comunicatore, tiene corsi universitari ed è conosciuto come opinionista di programmi Raí.

“Davi – si riporta nel comunicato – ha iniziato ad intraprendere una lotta per i diritti della legalità contro la ndrangheta e l’omertà sul canale LaC, emittente televisiva calabrese, subendo attacchi, insulti, percosse e minacce anche di morte”. Il Premio Penisola Sorrentina gli viene riconosciuto “per l’attività di comunicazione svolta per le imprese e, soprattutto, per questa missione di altro profilo etico-civile”.

Il nome di Klaus Davi andrà ad arricchire l’albo dei premiati per la comunicazione dove spiccano, tra gli altri, i nomi di Mario Orfeo, Marcello Masi, Mario Giordano, Paolo Del Debbio, Giovanni Toti, Alessandro Sallusti, Magdi Cristiano Allam, Antonello Piroso, Walter Veltroni, Giovanni Fasanella, Roberto Napoletano, Andrea Pamparana, Paolo Brosio, Fabrizio Maffei, Paola Saluzzi.